26 Novembre 2015

Fede, Fede, piccolo Fede,
mi hai commossa.

Sono salita in auto (come sempre dormivi) e sulle tue gambotte c’era il tuo primo libro. Un libro per gente della tua età, ovviamente. Di quelli morbidi, colorati, che fanno un rumore diverso a seconda del punto in cui li tocchi.
Ero felice di vederti, ti ho scattato le nostre prime 137 fotografie.
Sul tuo volto si possono leggere 1000 espressioni in un solo secondo.

Stai scoprendo il suono, lanci piccole urla stridule che sembrano divertirti un sacco. Ti escono così, all’improvviso, sembrano urla di gioia insensate. Noi ridiamo, sei divertente, hai delle guance buffe e cicciotte.

Caro Federico, riguardando le tue foto, a casa, ho pianto un po’. Ho realizzato che ci sei e sei sempre più presente.

Annunci

2 pensieri su “26 Novembre 2015

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...